La sagra della patata torna ad Angri

6 Maggio, 2014 di Volia1euro.it

La sagra della patata torna ad Angri

Che siano bollite, fritte o al forno, le patate sono un alimento sano che piace praticamente a tutti, grandi e piccoli.

Al mondo si contano più di 2mila varietà di patate. Il comune di Angri, in provincia di Salerno, ha deciso di rendere omaggio alla Patata Ricciona, una varietà molto antica la cui coltivazione è ripresa in modo massiccio a partire dagli anni ’50, soprattutto nelle terre campane.

La sagra durerà tre giorni, dal 16 al 18 maggio e avrà come unica protagonista proprio la Ricciona: i cuochi di Angri e dintorni si cimenteranno a riprodurre piatti tipici della tradizione italiana e non, utilizzando solo questa varietà di tubero. Dagli gnocchi, al gateau, dalla parmigiana di patate alle chips, ce n’è davvero per tutti i gusti.

La manifestazione ha raggiunto ormai la sua sesta edizione, diventando un appuntamento fisso per il calendario angrese. Ad organizzare la sagra sono l’associazione onlus NOMOS e la comunità ecclesiastica di Angri.

L’obiettivo non è solo quello di valorizzare uno dei prodotti locali più consumati: la sagra, infatti, vuol ristabilire l’antico legame tra i contadini e la loro terra, promuovendo la tutela del territorio. Per farlo si è deciso di puntare simbolicamente proprio su un alimento povero come le patate, a dispetto delle ricche proprietà nutritive che possiedono. Grazie alla grande quantità di acqua, amido e fibre, le patate sono, infatti, un concentrato di vitamine del gruppo B, di ferro, calcio e fosforo. Facili da preparare, sono un alimento ideale per chi cerca ricche fonti nutritive senza spendere molto. E poi si prestano alla preparazione di piatti molto invitanti, riuscendo a soddisfare anche i palati più raffinati.

Se siete dei buongustai vi consigliamo di non perdervi questo evento. E poi avrete la possibilità di visitare Angri, uno dei borghi più belli di Italia, dove passato e presente si fondono in modo suggestivo.

Commenti Facebook: