L’estate rovente di Volotea… 25 ore di ritardo per il decollo dell’aereo Venezia-Pantelleria

12 Agosto, 2014 di Volia1euro.it

ritardo volotea

Stamattina ha decollato dall’aeroporto di Venezia con 25 ore ritardo il volo della compagnia spagnola, la Volotea, per Pantelleria, mentre 113 turisti sono in attesa di imbarcarsi per Creta con un volo la cui partenza era prevista per le 22.05. Ieri hanno subito ritardi tre destinazioni di voli della compagnia aerea: oltre il Venezia-Pantelleria indicato sull’orario per le 6.20, è stato anche quello per Cagliari previsto per le 11 e partito alle 16 e infine l’aeromobile in serata per Creta. Quest’ultimo dovrebbe decollare alle 12.15. I 119 passeggeri con il biglietto per Pantelleria stamane si sono presentati all’imbarco alle 6.20, scoprendo che c’era stato uno slittamento della partenza alle 7.30 che invece è avvenuta con un ‘anticipo’, di 5 minuti. Estate ‘difficile’ per la Volotea all’aeroporto lagunare con il ritardo di quasi 24 ore del 7 agosto scorso di un volo per Olbia 2014 e quelli, il 26 luglio, di due aeromobili, uno per Olbia e l’altro per Reggio Calabria

Fronte a questa situazione di tanto disaggio ai viaggiatori, all’Enac anche se evitano di mettere la compagnia area Volotea sul banco degli imputati, confermano che alcuni problemi sono emersi e sono oggettivi: è un fatto certo anche prima di indagare. Il presidente dell’Ente dell’aviazione civile, Vito Riggio, ha detto al telefono: «Ritardi o cancellazioni eclatanti, quest’estate, hanno riguardato solo Volotea, a parte qualcosa che riguarda la Vueling ma con soluzioni più rapide. Adesso vogliamo sentire la Volotea al più presto, per capire se è sfortuna o se ci sono problemi che noi di Enac possiamo aiutare a correggere». Ma lei, presidente Riggio, una prima idea se l’è fatta? «Senza anticipare le conclusioni, vorrei indagare se per caso la Volotea non si è assunta impegni più grandi di quelli che è in grado di mantenere. La compagnia dice di avere aerei sostitutivi pronti per le emergenze, ma è un fatto oggettivo che a Torino e a Venezia gli aerei non c’erano».

E mentre tutto accade, la Volotea, in una nota spiega: «Questi ritardi sono dovuti a problemi tecnici e sfortunate coincidenze che purtroppo sono capitate a breve distanza una dall’altra e hanno avuto ripercussioni a catena su varie tratte». La compagnia si scusa ma ricorda che nel 2014 ha già fatto 21.200 voli (3.100 al mese) per 1,8 milioni di passeggeri con «un tasso di puntualità tra i migliori del settore pari al 80-85% del totale» che «sale al 98,6% se si considera un ritardo contenuto entro i 180 minuti». E «solo lo 0,09% dei voli viene cancellato».

Commenti Facebook: