Il silenzio “forzato” fino al 2021 del Big Ben di Londra

3 Febbraio, 2018 di Elisa Volia1euro.it

La torre simbolo della capitale britannica non suonerà più fino al 2021 per consentire importanti restauri all’orologio, lasciando l a City senza il suo amato orologio per il periodo più lungo di tutta la sua storia.
Londra sarà privata del suo orologio per 4 lunghi anni necessari ad un restauro completo di tutto l’orologio. Questo sarà un colpo grosso anche dal punto di vista dell’immagine turistica, visto che dal 1959, anno della sua inaugurazione, il Big Ben ha attratto turisti da tutto il mondo.

Nominata Elizabeth Tower nel 2012, in onore della Regina, la torre è universalmente nota come Big Ben, anche se questo è il soprannome della sua grande campana. Un nomignolo la cui etimologia è incerta: c’è chi pensa sia dovuto a Benjamin Hall, l’ingegnere progettista il cui nome è iscritto sull’orologio, chi invece ritiene la dedica sia diretta a Ben Caunt, un celebre boxeur britannico della prima metà dell’Ottocento, dell’epoca in cui il pugilato si praticava a mani nude. Pesante 13,7 tonnellate, alta 2,2 metri e con un diametro di 2,7 metri, la campana emette una nota Mi da 118 decibel. Il martello pesa 200 chili. L’orologio principale è attorniato da 4 carillon che segnano i quarti d’ora con una melodia più acuta.

L’orologio ha un meccanismo al pendolo sul quale è possibile intervenire per regolarne la precisione: si usano vecchie monete da un penny, aggiungere o levare una delle quali consente di perdere o guadagnare due quinti di secondo al giorno. Ha cominciato a funzionare il 31 maggio del 1859, lo stesso giorno in cui è stata ufficialmente completata la torre; i primi rintocchi si sono sentiti poco meno di due mesi dopo, l’11 luglio.

Non è la prima volta che l’orologio viene messo a tacere. In tempi recenti è accaduto tra il 1983 e il 1985 e nel 1979 (9 mesi); più indietro nel tempo si ricordano uno stop nel 1956 (sei mesi) e nel 1934 (due mesi).

A questo punto non resta che attendere fiduciosi il 2021 quando l’orologio ricomincerà a battere i suoi rintocchi per la gioia di tutti i residenti e turisti.

Commenti Facebook: