guida di viaggio: in provincia di Modena

L’Emilia Romagna terra di mare, di divertimento, della piadina ma non solo; essa è da sempre definita come la “terra con l’anima” perché è considerata una delle regioni italiane più ospitali. È in questo viaggio gireremo per la provincia di Modena dove il turista è il benvenuto!

Dirigiamo nel centro storico di Modena, bellissimo da visitare perché ricco di storia e di arte; in Piazza Grande troviamo il Palazzo Comunale, edificato nel ‘600, dove poter ammirare la famosa “secchia di legno” che ha ispirato la stesura del poema di Alesandro Tassoni ‘La Secchia rapita’. Il Duomo merita anch’esso una visita per la sua splendida architettura e per le famose 4 formelle di pietra che raffigurano storie del libro della Genesi. Dirigiamoci poi verso la Torre Ghirlandina, alta 87 metri, dalla cui cima nel passato i custodi sorvegliavano l’apertura delle porte della città e i forzieri del comune. Lasciamo Modena e proseguiamo verso Finale Emilia dove ammirare il grazioso centro storico e il Castello delle Rocche del XV secolo, voluto da Niccolò III d’Este. A Finale si possono poi ammirare opifici, mulini e un porto, questo perché nel corso dei secoli divenne un punto di passaggio strategico per il Ducato di Mantova per le sue comunicazioni fluviali con Modena, Ferrara e Venezia, il cui antico bacino oggi è occupato da Piazza Baccarini.

Dopo un giro a Finale Emilia dirigiamoci a Mirandola a 20 km, colpita purtroppo duramente dal terremoto della primavera 2012, conosciuta per aver dato i natali al celebre filosofo Giovanni Pico, la cui famiglia stabilì come proprio luogo di culto la bellissima Chiesa di San Francesco d’Assisi, una delle Chiese francescane più antiche d’Italia.

Se abbiamo parecchio tempo a disposizione per il nostro viaggio bisogna anche andare a Castelfranco Emilia a 15 km circa da Modena, città famosa per essere stata teatro dello scontro tra Antonio e Ottaviano nel 43 a.C. Da vedere la Chiesa di Santa Maria Assunta, il Castello di Panzano della fine del ‘500 dove poter ammirare una bella collezione di auto d’epoca tra le più importanti d’Italia. Non può mancare poi una bella passeggiata nel giardino di Villa Sora.

A 15 minuti da Castelfranco c’è poi da vedere Nanontola con la sua Abbazia benedettina e il relativo Museo dove viene custodito il Tesoro abbaziale.

Girando per la provincia modenese non si può di certo mancare di acquistare il famoso Aceto Balsamico di Modena, la cui tradizione è antica di millenni e la sua ricetta viene tramandata di generazione in generazione.

Commenti Facebook: