Turista nella città Lione – Stato Francia – Ecco cosa visitare

Una delle città francesi più genuine e meglio conservate è Lione, situata non distante dal confine italiano e densa di cose da fare e da vedere.

guida-turistica-lione

Lione è la capitale della regione francese Rhône-Alpes e del dipartimento del Rodano. E’ una città di mezzo milione di abitanti e ciò la rende la terza città più grande del paese, ma la sua area metropolitana è seconda solo a quella di Parigi. Lione è conosciuta soprattutto come centro economico con numerose sedi aziendali e finanziarie, ma è anche ricca di patrimonio storico e architettonico, ed ha una vita culturale molto vivace. E’ anche considerata l’epicentro gastronomico della Francia.

Fondata dai Romani, con molte aree storiche ottimamente conservate, Lione è l’archetipo della città patrimonio, come riconosciuto dall’UNESCO. Lione è una metropoli vivace, che raccoglie il massimo dal suo patrimonio architettonico unico, ma anche da una ricchezza culturale e gastronomica, da una demografia dinamica e da un’economia vivace grazie alla sua posizione strategica tra nord e sud Europa. E ‘sempre più aperta al mondo, con un numero sempre crescente di studenti ed eventi internazionali.

Il quartiere di Vieux Lyon è il centro storico rinascimentale, mentre la zona di Presqù ile, situata tra i due fiumi Rodano e Saone, è il vero centro della città. Ma l’attrattiva più importante di Lione è il Festival delle luci (Fête des Lumières), che dura quattro giorni intorno all’8 dicembre ed inizialmente era una tradizionale celebrazione religiosa: l’8 dicembre 1852, gli abitanti di Lione spontaneamente illuminarono le finestre con le candele per celebrare l’inaugurazione della statua dorata della Madonna (la Vergine era stato il santo patrono di Lione dal momento che fu lei che avrebbe salvato la città dalla peste nel 1643).

Lo stesso rituale è stato poi ripetuto ogni anno fino ai giorni nostri. Negli ultimi dieci anni o giù di lì, la celebrazione si è trasformata in un evento internazionale, con giochi di luce installati da artisti professionisti provenienti da tutto il mondo: ci sono piccoli impianti in quartieri remote e massicce manifestazioni di suoni e luci, la più grande delle quali si svolge tradizionalmente presso Place des Terreaux. La maggior parte dei monumenti importanti come il Municipio, l’Hôtel-Dieu o la basilica di Fourvière sono illuminati in modo spettacolare. Anche gli edifici dell’Università di Lione sono tra le più belle strutture illuminate. Questo festival attira circa 4 milioni di visitatori ogni anno, più o meno come per l’Oktoberfest a Monaco di Baviera. Inutile dire che un alloggio per questo periodo deve essere prenotato con mesi e mesi di anticipo. Vi serviranno anche buone scarpe (per evitare la folla nella metropolitana) e vestiti molto caldi (può essere molto freddo in questo periodo dell’anno).

Commenti Facebook: