Turista nello Stato Cambogia – Ecco cosa vedere

Una delle perle nascoste del Sud-Est asiatico, la Cambogia è una terra ricchissima di storia e tradizioni, tutta da scoprire.

guida-turistica-cambogia

La Cambogia è uno degli stati più intriganti di tutta l’Asia, grazie alla sua storia e cultura millenaria, e grazie anche al fatto che, a differenza dei suoi vicini Malesia e soprattutto Thailandia, non si è ancora aperta ad un turismo di massa. Potrete quindi trovare ancora zone incontaminate, una natura meravigliosa, bellissimi templi e un mare da sogno.

Un tour della Cambogia inizia dalla sua capitale Phnom Penh, sede dell’aeroporto internazionale. Una volta in centro potrete entrare nella cultura locale al Mercato Russo, composto da tantissime bancarelle dove si trova davvero di tutto, oppure al Central Market, dove si affacciano i principali viali della città. Da non perdere il Palazzo Reale, ancora abitato dalla famiglia regnante, e la Pagoda d’Argento. Per gli affamati di cultura, il Museo Nazionale espone molti reperti archeologici della cultura Khmer. Ultima tappa obbligatoria prima di lasciare la città è il tempio Buddista Wat Phnom.

Lungo la campagna cambogiana si ammirano villaggi rurali e risaie, un viaggio necessario per raggiungere Siem Reap e la provincia di Preah Vilhear, dove si può ammirare il sito di Koh Ker, le rovine della grande città antica di Chok Garjar, tra cui spicca il Prasat Thom, una grande piramide a 7 gradoni. Molto interessante in zona anche Beng Malea, un tempio misterioso e affascinante, che si raggiunge con un cammino a volte difficoltoso su passerelle in legno che tracciano il percorso e attraverso aperture nei muri.

Attorno a Siem Reap ci sono numerosi templi e siti archeologici risalenti al periodo Khmer, ma anche diverse meraviglie della natura tra cui il Monte Kulen, una montagna sacra per i khmer e oggi un popolare luogo di pellegrinaggio: sulla cima si trova infatti un tempio buddista. Si può anche partire per una escursione in barca sul Tonle Sap, il lago più grande del Sud-est asiatico, sulle cui rive si possono ammirare i villaggi dei pescatori che vivono in pittoresche case di legno galleggianti. Da non perdere, se si ha tempo, il sito archeologico di Hariharalaya, e il tempio di Preah Ko.

Ma il monumento più famoso della Cambogia è Angkor, un sito archeologico enorme e noto in tutto il mondo. La visita può durare benissimo due o tre giorni, e si possono vedere le rovine del tempio East Mebon, il grosso tempio Pre Rup e il Bantey Srei, la ‘cittadella delle donne’. La star del sito è Ankor Wat, con le sue altissime torri e i suoi stupendi bassorilievi, senz’altro uno dei monumenti più belli del mondo. Ad Angkor si può osservare l’Angkor Thom, l’ultima capitale fortificata del regno khmer, al cui centro si trova il Bayon, un enorme tempio buddista con oltre 11.000 figure e 54 torri.

La Cambogia è una destinazione insolita ed esaltante, piena di vita, arte e tradizioni. Vale davvero la pena darle un’opportunità, sarà un viaggio indimenticabile.

Commenti Facebook: