La Opera House di Sydney – i monumenti di Sydney

La meravigliosa Opera House di Sydney è un monumento che rappresenta non solo la città, ma tutta l'Australia.

opera-house-sydney

La Sydney Opera House è il teatro dell’Opera della città australiana ed è una delle architetture più significative al mondo del XX secolo. Rappresenta un’icona non solo per Sydney, ma anche per tutta l’Australia. L’edificio fu progettato dall’architetto danese Jorn Utzon e si trova nel cuore della baia di Sydney; il complesso comprende anche un parco divertimenti a sud e un parcheggio accessibile da Macquarie Street, vicino al ponte Sydney Harbour Bridge.

Il monumento fu inaugurato nel 1973: il 28 settembre venne messa in scena Voina i mir (Guerra e pace) di Sergei Prokofiev, mentre poco meno di un mese dopo la regina Elisabetta II del Regno Unito il 20 ottobre 1973 tagliò ufficialmente il nastro in una cerimonia trasmessa in televisione con tanto di fuochi d’artificio sparati sulla baia di Sydney.

La Sydney Opera House e i suoi dintorni sono una delle mete principali per i turisti, anche per quelli senza interesse per l’opera, che desiderano soltanto visitare la struttura interna. I grandi gusci esterni a sezione sferica ricordano le numerose barche a vela che solcano la baia di Sydney alla volta dei mari australiani. Ma l’Opera House non ha ricevuto soltanto elogi: l’acustica del teatro non è mai stata molto apprezzata, fino a ricevere esplicite critiche, rivelandosi insoddisfacente rispetto alla funzione per cui è stata creata. Ci sono state richieste continue per una ristrutturazione degli spazi, per spostare il teatro dell’opera nella sala concerto, più grande e più adatta acusticamente. Tale sala, da 2.700 posti, ha al suo interno un enorme organo dotato di ben 10.500 canne, installato nel 1979.

Nel 2007 la Sydney Opera House è entrata a far parte della lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Commenti Facebook: