Lisbona: la città dei pescatori

guida di Lisbona

Lungo il corso del fiume Tago, si erge su sette colli la capitale del Portogallo: Lisbona. Un vero e proprio gioiello europeo, essendo una città di mare e nelle vicinanze dell’Oceano Atlantico gode di un clima ben ventilato. La città sorge su sette colli proprio come Roma e per questo si caratterizza da scalinate, vicoli ripidi, discese e panorami fantastici. L’unico quartiere della città su piano è la Baixa, il centro storico nel quale si concentrano le attività mattutine e colorato dai suoi pittoreschi quartieri.

A est ci sono i vecchi rioni popolari del Castelo, Alfama e Graça che ancora custodiscono intatto lo spirito pittoresco della città. A ovest nella zona del Chiado, Carmo, Bairro Alto e Mangragoa famosi sono i ristorantini dove mangiare il famoso bacalau a bras, e bar originali e pieni divita. Andando lungo la costa verso nord, c’è l’antico borgo di pescatori, Belém, cospicuo di monumenti storici e artistici di grande bellezza.

Altre sono le attrazioni da vedere in città: Il Castelo de São Jorge, il quartiere più popoloso e l’unico che non è stato distrutto dal terremoto. Il quartiere domina l’Afama e sorge nel sito dell’acropoli della città; la Praja Marques de Pombal con il più grande parco della città dove è presente il giardino botanico e dove sorge il monumento dedicato al nobile che ricostruì la città dopo il terremoto e che dà il nome al parco “Parco Eduardo VII”; il Monastero dos Jeronimos, che ospita le memorie degli illustri portoghesi; la Torre di belem, dalla quale Vasco de Gama partì; il Parque das Nacoes, dove nel 98 fu allestita l’Expo.
Lisbona è anche città universitaria, ci sono numerose biblioteche e musei: tra i più importanti il Museo Calouste Gulbenkian e l’Ocenario oltre il Museo Nazionale di Arte Antica.

Commenti Facebook: