Duomo di Berlino – i monumenti di Berlino

Il bellissimo Duomo di Berlino sorge sull'isola dei musei, non lontano da Alexanderplatz, ed è uno dei simboli della capitale tedesca.

duomo-di-berlino

Il Duomo di Berlino è la cattedrale della capitale tedesca, e si trova nel quartiere Mitte, sull’Isola dei Musei. La facciata del Duomo guarda verso il Lustgarten, mentre sul retro scorre placida la Sprea.

Il Duomo fu costruito nel 18° secolo in stile barocco, e nel 1822 venne restaurato in stile neoclassico. Ma l’imperatore Guglielmo II decise di raderlo al suolo per ricostruirlo secondo i suoi gusti, e i lavori iniziarono subito seguendo un progetto dell’architetto Julius Raschdorff. Lo stile scelto fu il neobarocco, che lo rese uno degli esempi più importanti dell’età guglielmina in città. Durante la seconda guerra mondiale il Duomo di Berlino venne seriamente danneggiato durante una serie di bombardamenti aerei, che innescarono un incendio che provocò il crollo dell’edificio; la ricostruzione terminò nel 1981, anno in cui finirono i lavori per la cupola, in forme più sobrie rispetto alla precedente versione di Gugliemo II.

L’interno del Duomo di Berlino è a croce greca, con una grande area circolare all’incrocio delle braccia e un’abside opposta al portale maggiore, che accoglie l’enorme altare opera di Friedrich August Stuler, dove si ammira l’alzata in legno dorato con le statue dei dodici apostoli. Dietro l’altare, le vetrate dell’abside mostrano scene della vita di Gesù, dipinte da Anton Von Werner.

Dentro la cripta del Duomo di Berlino si trovano le tombe della famiglia Hohenzollern, tra cui i sarcofagi di Federico I e di Giovanni I di Brandeburgo, quest’ultimo risalente al 1500 e opera dello scultore tedesco Peter Vischer detto Il Vecchio. Il Duomo è completato dallo splendido organo a canne, costruito da Wilhelm Sauer nel 1905 e ristrutturato soltanto nel 2006. Un altro organo a canne più piccolo si trova al’interno della cappella del battesimo e del matrimonio, risalente al 1946.

Commenti Facebook: