Collina delle Croci di Siauliai – I monumenti di Siauliai

collina delle croci

La Collina delle Croci è un luogo di pellegrinaggio e un importante monumento turistico situato vicino alla città lituana di Siauliai, situata nel cuore del paese, più o meno equidistante tra la capitale Vilnius e Riga, capitale della vicina Lettonia.

Siauliai è una piccola cittadina che non ha molto da offrire, ma è la base per le escursioni giornaliere presso la Collina delle Croci (in lituano Kryžių Kalnas), una piccola altura sulla quale ci sono oltre 400 mila croci. In origine i pellegrini scelsero questo luogo per piantare le loro croci secondo una tradizione popolare che dura dal ‘700, divenne poi luogo di sepoltura dei morti della guerra di polacchi e lituani contro l’Impero Russo, ma il luogo è divenuto il simbolo della resistenza lituana al comunismo sovietico: ai primi del 1900 c’erano soltanto 130 croci sulla collina, ma durante l’epoca sovietica le croci furono completamente rimosse con le ruspe per volontà del regime comunista. La gente del luogo ogni volta le ripiantava, di modo che fossero sempre più numerose, fino ad arrivare all’enorme numero di croci di oggi, oltre 400.000 di ogni dimensione e materiale.

La Collina delle Croci fu visitata il 7 settembre 1993 dal papa Giovanni Paolo II, il quale donò una croce piantata ai piedi della collina.

Visitare la Collina delle Croci non è semplice: gli aeroporti internazionali più vicini a Siauliai sono Riga e Vilnius: la cittadina dista circa 2 ore di autobus da entrambe le capitali. Una volta giunti a Siauliai occorre recarsi presso la stazione degli autobus e prendere il bus in direzione Joniskis, scendendo alla fermata della Collina delle Croci. Dalla strada alla collina occorre camminare per circa 1,5 Km.

Commenti Facebook: