Basilica di Santa Sofia di Salonicco – i monumenti di Salonicco

Uno dei monumenti più belli della città greca di Salonicco è la Basilica di Santa Sofia, dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'Umanità.

santa-sofia-salonicco

La basilica di Santa Sofia (in greco Hagia Sophia, che si traduce come Santa Sapienza) a Salonicco, in Grecia, è una delle chiese più antiche della città ancora oggi in piedi. Si tratta di uno dei numerosi monumenti di Salonicco che fanno parte dell’elenco dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità dell’UNESCO.

Sin dal 3° secolo c’è una chiesa nel luogo dell’attuale Basilica di Santa Sofia. Nell’8° secolo l’attuale struttura venne eretta, sulla base della Basilica di Santa Sofia di Costantinopoli (l’odierna Istanbul, in Turchia). Nel 1205, quando la quarta crociata conquistò la città, la Basilica di Santa Sofia venne convertita nella cattedrale di Salonicco, rimasta tale dopo che la città fu restituita all’impero bizantino nel 1246. Dopo la cattura di Salonicco da parte del sultano ottomano Murad II il 29 marzo 1430, la chiesa fu trasformata in moschea, e riconvertita in chiesa soltanto dopo la liberazione di Salonicco nel 1912.

La sua pianta è a croce greca, e insieme al Gül e alla Moschea Kalenderhane di Istanbul, rappresenta uno dei principali esempi architettonici di questo tipo, tipico del periodo centrale bizantino. Nell’era iconoclasta, l’abside della chiesa fu abbellito con mosaici in oro con una sola croce, similmente alla chiesa di Santa Irene di Costantinopoli e alla Chiesa della Dormizione a Nicea. La croce venne sostituita l’immagine della Theotokos (genitrice di Dio, o Maria) nel 787-797, dopo la vittoria degli iconoduli. Il mosaico nella cupola rappresenta l’Ascensione con la scritta degli Atti 1:11 “Uomini Galilei, perché state guardando verso il cielo?”. La cupola è circondata dalle figure di tutti i dodici apostoli, Maria e due angeli.

Tra il 1907 e il 1909 lo storico bizantino Charles Diehl restaurò l’intero edificio che subì numerosi danni durante l’incendio nel 1890. Gran parte della decorazione interna è stata intonacata dopo il grande incendio di Salonicco del 1917, mentre la cupola non è stata ripristinata fino al 1980.

Commenti Facebook: