Stop ai grandi eventi in Darsena a Milano

La nuova giunta comunale di Milano ha deciso di abolire i grandi eventi in Darsena per problemi di sicurezza

milano-eventi-darsena

La decisione della giunta comunale di Beppe Sala ha lasciato un po’ tutti spiazzati a Milano. L’assessore alla sicurezza Carmela Rozza ha infatti ricevuto un dossier della polizia locale e ha deciso di vietare i grandi eventi in Darsena. I motivi? Sicurezza a rischio e troppi venditori abusivi.

Il risultato è quindi una sonora sconfitta per chi ancora crede nelle città vivibili e negli ampi spazi aperti: non si terranno più grandi eventi nella Darsena di Milano, almeno per i prossimi anni.

La decisione arriva dalla nuova giunta comunale guidata dal neosindaco Beppe Sala, che ha deciso di stilare un piano di sicurezza per porre dei limiti alle grandi manifestazioni. Secondo l’assessore alla sicurezza Carmela Rozza, il problema non è la Darsena in sè, ma le piccole e strette vie limitrofe, che in caso di problemi gravi rischiano di peggiorare la situazione.

L’ultimo grande appuntamento che si è tenuto in Darsena sono state le partite dell’Italia agli Europei di calcio in Francia: non ci sono stati problemi di ordine pubblico, ma qualora ci fossero stati sarebbero stati molto difficili da gestire, come è successo a giugno, quando la zona si paralizzò a causa delle oltre 50.000 persone presero parte alla notte delle lanterne, mandando letteralmente in tilt le strade della zona.

Come se non bastasse il problema riguarda anche i venditori abusivi, che a causa di tutta la massa di persone sono stati lasciati liberi e incontrollabili, facendo affari d’oro. L’assessore alla sicurezza conclude affermando che “In quelle situazioni non si può fare niente perché si rischiano di creare problemi ancora peggiori. Superare le tremila persone ferme in Darsena diventa sempre più pericoloso perché non ci sono vie di fuga”.

Adesso restano quindi confermati soltanto eventi di media portata. Per i grandi appuntamenti occorrerà trovare un nuovo spazio da qualche parte a Milano.

Commenti Facebook: