La Fiera dell’Aglio di Vessalico

La  Fiera dell’Aglio di Vessalico_sagra

Senza dover per forza arrivare a scomodare dei lugubri manieri della Transilvania, la Fiera dell’Aglio di Vessalico è il classico evento da togliere il fiato!

La valle Arroscia, la nota via naturale dedita per il  transito degli scambi commerciali tra Piemonte e Liguria e non solo, ha da sempre visto, lungo le sue strade, un lento ma deciso susseguirsi di baratti e commerci.

Benissimo proprio al centro della valle oggi sorge il paese di Vessalico dal punto di vista strategico è posto in una posizione che pare essere proprio fatta apposta per farne un punto di incontro e di scambio.

Proprio qui che ha visto i natali la Fiera dell’Aglio. Le prime documentazioni in merito a  questa antichissima fiera si hanno nell’anno 1760, ed ancora oggi i produttori di aglio della valle si ritrovano, il 2 luglio, e decidono di proporre questo prodotto come unico frutto di duro lavoro.

Non è un aglio qualunque.

Le caratteristiche quelli principali di questa varietà sono l’aroma intenso che viene accompagnato da un gusto delicato, è un aglio molto digeribile ed una buona conservabilità; queste sono le sue caratteristiche vengono date dal clima mite (la Valle Arroscia si trova ai piedi delle Alpi, al tempo stesso ne risente ancora dell’influenza del clima della costa ligure) e dai terreni molto dediti a questa coltivazione.

E’ possibile assaggiare in mille modi diversi, durante la Fiera.

L’unica precauzione è sempre quella di volersi ricordarsi di tenere i finestrini abbassati durante il viaggio di ritorno…

Curiosità:
L’aglio è da sempre considerato e visto come il nemico dei vampiri. Ma perché?
A parte il fatto che, viste le sue doti di anticoagulante, dovrebbe essere molto apprezzate dai bevitori di sangue, la spiegazione deve risalire al fatto che i vampiri erano considerati dei parassiti e quindi conseguentemente l’aglio, avendo proprietà antibatteriche, li teneva lontani.

 

Commenti Facebook: