Festa del prosciutto di Sauris

Festa del prosciutto di Sauris_sagra

Lasciate stare secchiello e paletta. Questa volta tenetevi pronti a rinunciate al mare, perchè si va in montagna.

Sì, una montagna di prosciutto! Dal sapore dolce, affumicato con il legno di faggio, aromatizzato con bacche di ginepro ed erbe, attraverso una stagionatura di circa 12 mesi. E’ lui il re della festa signori: il prosciutto di Sauris.

Tale re tanto delizioso non poteva non circondarsi di una corte all’altezza della vostra fame: salumi affumicati, composte, marmellate, sciroppi, miele, speck, gnocchi, carni grigliate, dolci, vini e fresca birra, anch’essa affumicata, come vuole la migliore tradizione di questi monti, proposta anche nella variante alla canapa.

Insomma una festa che coinvolge un intero paese, pronto ad attendervi. Tra le sue caratteristiche stradine vi accoglierà dell’ottima musica itinerante, bancarelle e chioschi, con una vasta gamma di degustazioni dei più svariati prodotti locali.

Giungervi è facile, spegnete pure il navigatore e lasciatevi guidare dai “segnali di fumo”.

 Curiosità?

Il Prosciutto di Sauris è un’affettato di carne suina IGP (Indicazione Geografica Protetta), il segreto della sua bontà è tutto nella sua pregiatissima tecnica di produzione.
Il tradizionale metodo di affumicatura è ottenuto ardendo il legno di faggio dei boschi locali nei tradizionali caminetti e facendo convogliare il fumo nei locali destinati all’affumicatura. Questa sarebbe un’antica tradizione tramandata dalle popolazioni germaniche che si insediarono in questa vallata nel tredicesimo secolo.

Edizione 2015

Dal 11 al 19 luglio 2015

Tanto fumo e niente arrosto. È il Prosciutto di Sauris.

Festa del prosciutto

Sauris (UD)

 

Commenti Facebook: