Piazzale degli Eroi di Budapest – i monumenti di Budapest

Uno dei simboli di Budapest, il Piazzale degli Eroi è uno dei monumenti più rinomati della vivace capitale ungherese.

piazzale-degli-eroi-budapest

Il piazzale degli Eroi è una delle principali piazze di Budapest, capitale dell’Ungheria, nota per il suo iconico complesso di statue che raffigura i sette capi dei magiari e altri importanti leader nazionali, nonché per essere sede della Tomba del Milite Ignoto. La piazza si trova alla fine del viale Andrássy vicino al parco cittadino Varosliget.

La piazza ha svolto un ruolo importante nella storia contemporanea ungherese essendo stata sede di numerosi eventi politici, come la sepoltura di Imre Nagy nel 1989. Le sculture sono state realizzate dallo scultore Gyorgy Zala.

Il Piazzale degli Eroi è circondato da due importanti edifici, il Museo delle Belle Arti a sinistra e il Palazzo delle Arti sulla destra. Dall’altra parte si affaccia la via Andrássy, con due edifici che guardano la piazza, uno residenziale mentre l’altro è l’ambasciata di Serbia (l’ex ambasciata jugoslava dove Imre Nagy trovò protezione nel 1956).

La caratteristica centrale del Piazzale degli Eroi, nonché un punto di riferimento di Budapest, è il Millennium Memorial. La sua costruzione iniziò nel 1896 per commemorare il millesimo anniversario della conquista ungherese del bacino dei Carpazi e la fondazione dello stato ungherese, ed era parte di un progetto molto più grande che comprendeva anche l’ampliamento e la ristrutturazione della via Andrássy e della costruzione della prima linea metropolitana di Budapest. La costruzione fu completata nel 1900, anno in cui la piazza ha ricevuto il suo nome attuale.

Quando il monumento originariamente fu costruito, l’Ungheria era parte dell’impero austro-ungarico e quindi gli ultimi cinque spazi per le statue a sinistra del colonnato furono riservate per i membri della dinastia regnante degli Asburgo. Da sinistra a destra erano Ferdinando I, Leopoldo I, Carlo III, Maria Teresa e Francesco Giuseppe. Il monumento fu gravemente danneggiato nella seconda guerra mondiale e quando venne ricostruito gli Asburgo furono sostituiti dalle figure attuali.

Commenti Facebook: