Alla scoperta della bellissima Grado, già scelta dagli Asburgo come meta delle loro vacanze

6 settembre, 2018 di Elisa Volia1euro.it

Grado viene comunemente chiamata Isola d’oro in quanto ha le sembianze della vicina Venezia, impreziosita da isolotti che danno vita alla sua strabiliante laguna, proprio per questo molti sono protetti con delle riserve naturali.

Unita alla terraferma da una striscia di terra molto sottile, custodisce gelosamente un centro storico tipicamente in stile veneziano dove perdersi e respirare il profumo d’arte e cultura e perdere la cognizione del tempo è praticamente normale.

Se si va a Campo dei Patriarchi nella “città vecchia” si possono ammirare gli edifici paleocristiani della Basilica di Santa Eufemia, dalla quale si erge l’Anzolo San Michele, simbolo della città stessa, con il Battistero e il Lapidario e la Basilica di Santa Maria della Grazie, la più antica di tutta Grado. Ma il cuore pulsante si può trovare arrivando a Piazza Biagio Marin.

Passeggiando sul lungomare Nazario Sauro, poi, godrai uno splendido panorama sul Carso, Trieste e la costa istriana. La spiaggia di sabbia bianca finissima è stata classificata come Bandiera Blu da diversi anni ed offre diversi servizi a tutti i bagnanti che decidono di trascorrere qui le proprie vacanze, specialmente per la sicurezza dei bambini.

La prima domenica di luglio, a Grado, si celebra una pittoresca festa: il Perdòn di Barbana, un suggestivo corteo di barche, addobbate con fiori, ghirlande e bandiere che raggiunge il santuario mariano nell’Isola di Barbana, per sciogliere un antico voto della città fatto 800 anni fa.

Commenti Facebook: