Il borgo incantato di Rasiglia nel Parco regionale di Colfiorito

28 agosto, 2018 di Elisa Volia1euro.it

Poco lontano dalla città di Foligno si trova uno dei borghi più suggestivi dell’Umbria, Rasiglia. Questo è un borgo che vi sorprenderà in quanto non è il tipico borgo umbro con il castello arroccato sul colle, bensì è un borgo che nasce dalle acque. È stato costruito su delle sorgenti presenti nella valle del Menotre, la principale è quella di Capovena.

L’acqua è l’elemento caratterizzante del borgo. Passeggiando per le piccole stradine potrete sentire il rumore predominate che è proprio il dolce scorrere delle acque che nei tempi passati serviva ad alimentare mulini, lanifici e centrali idroelettriche.

L’economia del paese era basata, fino a qualche decennio fa, al rapporto instaurato con l’acqua, mentre, al giorno d’oggi i proprietari dei beni di questo paese provvedono a mantenere intatti in modo da favorire il turismo.
Passeggiando per le vie del piccolo borgo vi sentirete trasportati in una dimensione lontana e potrete immaginare i rumori del passato, dallo scorrere delle acque, al rumore dei tanti macchinari utilizzati per tessere e lavorare la lana azionati proprio dalla forza dell’acqua.

Il borgo fa parte del Parco regionale di Colfiorito compreso nel comune di Foligno tra le Marche e l’Umbria, famoso per la tradizionale coltivazione di lenticchie e patate rosse.

Commenti Facebook: