La più piccola e la più vivace delle Isole Eolie: Panarea

24 Agosto 2018

Se hai bisogno di relax la meta che fa per te è sicuramente Panarea, la più piccola delle Isole Eolie, ma anche la più antica, famosa per il suo mare incantevole e le sue sorgenti naturali. L’isola di origine vulcanica sprizza di energia da tutti i pori. Caratterizzata dal profumo di ulivi, capperi e ginestra presenta il paesaggio tipico mediterraneo, con case basse e bianche e piccole vie che si snodano nel cuore del paese. Tutti intorno all’isola ci sono gli isolotti e i faraglioni, come Basiluzzo, Spinazzola o Lisca Bianca che sorge su una piattaforma di terra di 50 metri, caratterizzata da fondali profondissimi.

La spiaggia di Cala Junco è la più importante e caratteristica in quanto è incorniciata da pittoresche pareti laviche a prismi, formatesi dalla lava incandescente a contatto con il mare e questa viene scelta dagli amanti dei giri in barca per realizzare qualche scatto da cartolina. Percorrendo le piccole stradine dal quartiere San Pietro si raggiunge la piccola spiaggia nera, Caletta Zimmari, l’unica attrezzata con qualche sdraio e pochi ombrelloni. Si sale poi, attraverso sentieri e vecchie mulattiere, al Timpone del Corvo, dalla cui cima si ammira l’intero arcipelago eoliano.

In Sicilia non si rinuncia mai ai piaceri della tavola rigorosamente a base di pesce che viene pescato quotidianamente nel ricco mare circostante e ai dolci principalmente a base di mandorla.
Panarea è l’isola più frizzante dell’arcipelago delle Eolie, infatti offre ai suoi turisti diversi locali dove potersi rilassare dopo una giornata di mare o scatenarsi a ritmi di musica selezionata dai migliori dj dell’isola.