Un vero tempio dell’arte: Le Louvre di Parigi

31 gennaio, 2018 di Elisa Volia1euro.it

Il Museo del Louvre, il più grande al mondo, con l’imponente piramide nella Cour Napoléon, custodisce al suo interno numerosi tesori provenienti da tutto il mondo. Descrivere il Louvre è impossibile, è imponente, maestoso, grandioso, magico, ha un fascino unico e particolare, ma non è sempre stato un museo…

Dalla fine del XII secolo, gli edifici del Louvre dominavano sul centro di Parigi. Sulla rive della Senna, la struttura è stata inizialmente una fortezza medievale, sotto il regno di Philippe Auguste (1190 – 1202). In seguito, nella seconda metà del XIV secolo, Carlo V cambiò la destinazione del luogo per trasformarlo nella residenza dei re di Francia… per quasi 700 anni.

Nel 1973 il palazzo del Louvre acquisì definitivamente la sua destinazione d’uso di museo contenente migliaia di opere d’arte. Luogo di culto, riuscirà a farti viaggiare nel tempo e nello spazio e, come uno specchio, rifletterà l’immagine dell’umanità che va ben oltre i secoli e del tempo che passa.

Il museo del Louvre, al suo interno, ha numerosi dipartimenti da visitare: arte egizia, occidentale, islamica, greca, etrusca, romana, ma anche aree espositive di pittura e scultura, che spaziano dal Medioevo al XIX secolo. Il più grande museo d’Europa, simbolo culturale di Parigi, fa così immergere il visitatore in una dimensione universale: 460.000 opere tra cui alcuni gioielli del patrimonio dell’Umanità.
Esso vanta opere di primo piano, come la Venere di Milo, la Gioconda di Leonardo da Vinci, le Nozze di Cana di Veronese e il dipinto di Eugène Delacroix, “La libertà che guida il popolo”. Su una superficie di 210.000 m2, di cui 60.600m2 di gallerie, sono esposte opere di varia natura, dando vita ad un ricco dipartimento di oggetti d’arte: dipinti, sculture, disegni, ceramiche, oggetti archeologici e altri oggetti d’arte.

Inoltre si può ammirare la celebre statuetta di Carlo Magno o di Carlo il Calvo, il medaglione autoritratto di Jean Fouquet e il mobilio in stile rococò. Il Louvre si compone inoltre di un dipartimento di arti grafiche, le cui opere sono esposte solo occasionalmente in ragione della fragilità della loro conservazione. Da qualche anno il museo accoglie, nel Pavillon des Sessions, un dipartimento dedicato alle arti primitive. Questa branca del Musée du Quai Branly propone al pubblico di scoprire un centinaio di capolavori d’arte africana, asiatica, oceanica e delle Americhe.

Detto ciò perché non pianificare una visita al Louvre, il museo più famoso e affascinante del mondo. Per effettuare una visita esauriente in tutte le sale del museo ci vogliono 3 giorni!

Commenti Facebook: