Trattativa sul filo del rasoio tra Ryanair e l’Aeroporto di Trapani Birgi

24 Ottobre 2017

Ultimatum per i 24 sindaci dei Comuni trapanesi dal presidente della Camera di Commercio di Trapani e dal presidente dell’Airgest, società di gestione dell’aeroporto Vincenzo Florio di Birgi.

Entro 8 giorni vanno formalizzati gli atti per sottoscrivere il nuovo accordo di comarketing per garantire il proseguimento dell’attività di Ryanair nell’aeroporto di Trapani Birgi. Se non ci fosse più interesse da parte degli operatori di stringere un accordo con la compagnia irlandese come il precedente da 2 milioni e 400 mila euro, si può provvedere a ridimensionare tale accordo a 2 milioni di euro all’anno per tre anni, confermando l’importanza dello sviluppo dell’aeroporto per il territorio.

Pantelleria e Castelvetrano hanno già dimostrato poco interesse, ma d’altro canto, c’è interesse a fare un accordo con l’aeroporto di Palermo per vendere la destinazione Trapani sui mercati internazionali.

Ryanair ha già sospeso 7 tratte a Birgi e i tour operator temono per la prossima stagione non essendoci ancora programmazioni.