Michael O’Leary e il gran pasticcio Ryanair: 2.100 voli cancellati

26 settembre, 2017 di Elisa Volia1euro.it



Michael O’Leary,
amministratore delegato di Ryanair si scusa ufficialmente per il pasticcio combinato dalla sede principale di Dublino. Dopo giorni di “…chi non si presenta a lavoro ne pagherà le conseguenze” e “…daremo 12 mila euro ai piloti che rientreranno a lavoro dalle loro ferie” l’amministratore chiede scusa personalmente a ogni dipendente, in particolare ai comandati e primi ufficiali, e passeggero, per i disaggi dovuti alle cancellazioni di voli in tutta Europa.
Telecamera puntata sullo sfondo della lunghissima coda dei Boeing 737, O’Leary registra il video di scuse lungo poco più di 3 minuti diretto agli oltre 13 mila dipendenti sparsi in tutta Europa, dove spiega che non succederà più tutto questo.

Una settimana fa è stata annunciata da Parte di Ryanair la cancellazione di circa 2.100 voli fino al 28 ottobre a causa della mancanza dei piloti che occorreva per sostituire i piloti in ferie. Sono subito iniziati i reclami e la rabbia degli oltre 315 mila coinvolti. Molti piloti, dopo l’accaduto, stanno pensando di andar via dalla compagnia per andare verso altre compagnie low cost o meno aventi delle condizioni di lavoro e stipendi migliori.

Michael O’Leary si rivolge ad alcuni dei piloti della compagnia low cost numero 1 d’Europa ringraziandoli per essere rientrati dal periodo di 4 settimane di stop imposto per legge, arginando così la situazione di emergenza. Sono stati fatti male i conti del personale e distribuite ancor peggio le 4 settimane di riposo che spettano per legge ai piloti, in quanto l’area di gestione del personale aveva garantito personale sufficiente per tutto il periodo estivo, che in aviazione termina il 28 ottobre. Chiaramente i conti erano del tutto errati!

Le mosse previste per i prossimi mesi annunciate dall’amministratore delegato consistono nel chiedere ai piloti in ferie di tornare a lavoro almeno una settimana, che sarà garantita di riposo entro la fine dell’anno, inoltre un centinaio di piloti stanno aspettando la formazione e altri 125 entreranno in servizio entro la settimana.

Prossimamente ci sarà un incontro con gli Erc, gli organi rappresentanti del personale di Ryanir, che servirà per discutere sulle richieste fatte dai piloti delle basi di Londra Stansted, Dublino, Francoforte e Berlino dove ci stanno le carenze maggiori di personale dovute alla fuga dei piloti verso altre compagnie. O’Leary chiede scusa personalmente a tutti i piloti, in quanto la reputazione delle compagnia è stata danneggiata e con essa anche la loro.

Commenti Facebook: